Questo sito fa parte del dominio "ti.ch" ufficiale dell'Amministrazione cantonale della Repubblica e Cantone Ticino.

La dicitura https:// garantisce la trasmissione criptata dei dati e una navigazione sicura e riservata.

Consulenza Corsi

Il ciclo di vita

La maturità e il declino

È importante tener presente che durante la fase di matrutaà è opportuno procedere anche al lancio di nuovi prodotti o servizi. La fase di maturità non deve infatti significare "dormire sugli allori". Proprio nel momento in cui il prodotto-servizio è consolidato sul mercato, è necessario prensare a delle alternative, diversificando i servizi, lanciando nuovi prodotti o avvicinando nuovi mercati.

La fase della maturità ha come obiettivo quello di massimizzare il profitto e difendere le quote di mercato conquistate. In questa fase la parola d'ordine per ogni imprenditore è: modificare per mantenere.

A questo proposito le vie da seguire nella fase di matirità possono essere le seguenti:

  • Effettuare investimenti nella promozione;
  • Riposizionare il prodotto per conquistare nuovi clienti;
  • Apportare miglioramenti nella qualità e/o allargare le sue prestazioni;
  • Modificare gli elementi del marketing mix: per esempio ridurre i prezzi o fare più promozione o inserirsi in un nuovo canale distributivo;
  • Disinvestire gradualmente riducendo la propria quota di mercato con prezzi costanti ma meno promozione e distribuzione meno intensiva.

L'obiettivo nella fase di declino è di ridurre le spese, "mungere" ciò che resta da mungere del prodotto-servizio e prepararsi alla fuga. In parole povere: disinvestire.

 MATURITÀDECLINO
CONCORRENZAStabile ma la competizione è intensaCalo perché la domanda diminuisce. Inoltre, di solito, la capacità produttiva supera largamente la domanda
PROFITTIProfitti unitari bassi. Quelli totali sono in funzione del controllo dei costi e del volume di venditaBassi a meno che i concorrenti abbandonino il mercato
OBIETTIVI DI MARKETINGdifendere la quota, aumentare i profitti ove possibile e manterere la clientela fedele al proprio prodottoRidurre i costi al minimo e "mungere" il prodotto
PRODOTTOModificare il prodotto, aumentare attrattiva, modificare la confezione o rendere l'utilizzo attrattivo, migliorare servizio vendita e post vendita. Cambiare totalmente il prodotto solo con modelli nuoviEliminare i prodotti obsoleti. Sostenere nuovi prodotti o servizi. Il mercato è dominato da poche marche. I consumatori si orientano verso prodotti sostitutivi. Sfruttare l'effetto araba fenice con il know how acquisito in precedenza con il prodotto in declino
PREZZOPrezzi anche psicologici per battere la concorrenza (prezzi di prestigio per esempio per dare valore al prodotto)Taglio dei prezzi. Eventualmente fare promozioni per nuovi prodotti
DISTRIBUZIONEStabile. Margini ai rivenditori ridotti. Il servizio e tutto il corollario diventano più importanti del prodotto stesso. Fidelizzarli attraverso iniziative mirateSelettiva. Rescissione dei contratti con chi tratta modeste quantità di merce
COMUNICAZIONEFare promozione e pubblicità per i clienti e per gli intermediari. Sponsorizzazioni e "tormentoni" per consolidare l'immagine. Le spese di promozione aumentanoAl minimo. Eventualmente liquidazione. Nessuna pubblicità o promozione.